Fabbrica più competitiva grazie alla manifattura additiva

Il caso di successo AVI.COOP (Amadori)


Re design e ottimizzazione di una mano di presa per braccio meccanico

La sfida

L’esigenza iniziale nasce dalla necessità di realizzare un componente ormai fuori produzione.

Problematica che avrebbe comportato all’azienda un notevole dispendio di tempo e risorse. Una tematica ricorrente nell’ambito della produzione, per la quale, spesso entra in gioco proprio la manifattura additiva grazie alla sua versatilità e continuità nel tempo.


"insieme abbiamo studiato tutto il sistema e siamo riusciti ad arrivare ad una soluzione ottimale che oggi ci garantisce il proseguo della vita della macchina senza particolari problematiche".

Christian Franceschini - Resp. stabilimento

Il risultato

Grazie alla riprogettazione del componente in funzione della tecnologia sono stati molteplici i vantaggi ottenuti. Il processo ha visto dapprima la riproduzione del design originale per poi procedere con l’ottimizzazione al fine di garantire il massimo dei risultati. Con la suite software di Altair è stato possibile realizzare un’analisi FEM del pezzo per individuare punti di forza dell’oggetto e ottimizzarne la forma. Infine, la sostituzione di materiale e tecnologia di produzione hanno permesso di ottenere il nuovo componente dalla caratteristiche vantaggiose quali:

  • Riduzione del peso del 50%
  • Riduzione del costo di produzione del 97%
  • Maggior resistenza a fatica

  • Di conseguenza sono stati ottenuti ulteriori vantaggi complessivi come un l’aumento generale delle performance del braccio meccanico.

"la tecnologia permette da un lato di studiare e progettare i pezzi a nostro piacimento, dall’altro ha dei costi davvero contenuti".

Christian Franceschini - Resp. stabilimento